22 gennaio 2010

CHANEL S/S 2010

Una performance musicale di Lily Allen, nuova testimonial della linea accessori Chanel, per chiudere la sfilata primavera della griffe a mo' di spettacolo nello spettacolo, visto che, su questa passerella parigina, è andata in scena una vera e propria storiella d'altri tempi. Sulle note del 'Don Giovanni di Mozart', Karl Lagerfeld presenta al pubblico, piacevolmente divertito, il ranch libertino di Chanel.
n'ambientazione suggestiva trasforma la passerella in una sorta di set cinematografico, pronto a far sfilare le modelle, anche loro piuttosto divertite. La gonna del tailleur diventa mini sia nella versione in tessuto bouclé che nella proposta molto più sexy in chiffon trasparente e applicazioni in pizzo. Tutto è libertino e sensuale, nella nuova fattoria diChanel che, per la prossima primavera estate 2010, trasforma le top model in graziose contadine, deliziosamente ingenue.
Abitini in cotone sangallo, gonne a corolla, foulard velati, zoccoli in pelle di ispirazione olandese, borchiati, simpatici e colorati, delicate nuance pastello, fiorellini applicati un po' ovunque, i mezzi guantini in pelle tanto amati da Karl Lagerfeld: c'è posto per tutto fra le balle di fieno che fanno da sfondo alla nuova collezione Chanel S/S 2010, dall'animo sexy, lascivo e impertinente. Come quello delle due modelle Lara Stone e Freja Beha Erichsen che, per chiudere il defilé, si dividono senza troppi problemi il Don Giovannidella maison: l'affascinante Baptiste Giabiconi.


1 commento:

  1. QUesta sfilata è stata davvero stupenda! -L-

    RispondiElimina

Feel free to leave a message, Lala