24 febbraio 2012

Sushi, che ossessione! Zero Contemporary Food || Milano




Oggi parliamo di Sushi.

Non sono un'amante del pesce, ma al sushi non resisto.
La mia venerazione per la cucina del Sol Levante è iniziata anni fa, in una calda estate, sull'isoletta di Panarea.

Un mio amico che era stato in Giappone me ne aveva parlato come di un cibo che non sapeva di nulla: “Se non lo inzuppi in quelle salsette che ti mettono accanto non ha sapore… e anche con quelle non è granché. Stai solo attenta al wasabi!”
(una pasta di rafano piccantissima)
Un altro che l’aveva provato non era stato attento.
Si era intossicato con il wasabi pensando fosse una specie di antipasto.
Dopo di ché qualsiasi cosa non sapeva più di nulla.
Avrebbe potuto cenare con i tovagliolini e sarebbe stato lo stesso.

Non mi ero fatta prendere dallo sconforto delle esperienze infelici dei miei amici e l'ho provato, da quel momento, 
anni or sono,  io e Mr. Sushi abbiamo una relazione che prosegue a gonfie vele. 

Qualche giorno fa sono stata ospite del ristorante giapponese Zero, uno dei pochi, a Milano, gestito da autentici Giapponesi.




Zero Contemporary Food ha aperto il 1° settembre 2006.

Nasce per la volontà di due milenesi, amanti della cucina giapponese e l'incontro con Hide Shinohara, trentasettenne giapponese trasferito a Milano. Lo chef é un  vero maestro nell'arte del sushi.

Appena dentro, vengo rapita dalla bellezza e dalla classe architettonica del locale.

 Zero ha due ambienti per la preparazione dei piatti: 
- il sushi bar, dove vengono preparati i sushi, i maki e i roll.
Con 18 posti è uno scrigno luminoso che offre ai clienti lo spettacolo legato alla preparazione dei diversi piatti.
- la cucina,  dove si preparano tartare, sashimi, insalate e i piatti caldi.

La sala ristorante è arredata con eleganti poltrone in pelle e tavoli di ambra o di ebano la particolare illuminazione rende l'ambiente raffinato ed elegante; a disposizione dei clienti c'è anche una saletta con ingresso riservato dove personalizzare la serata in totale discrezione.

 





Vengo sorpresa dal gusto di quel pesce fresco assieme al riso.
Sorpresa, assalita e conquistata.
Di alcuni piatti non ne ero nemmeno lontanamente a conoscenza, 
me ne sono innamorata all'istante, appena li ho assaggiati:
la tartare di gamberi,
il tonno foie gras e fichi,
con sale di Maldon, soia, olio extravergine di oliva e aceto di fichi per una combinazione di sapori sensazionali. 
Il salmone scottato semplice ma d'impatto al palato.
La Caprese Zero, che a prima vista potrebbe sembrare mozzarella e pomodoro e invece è pomodoro, bottarga, salsa di soia e tofu. Una delizia!
 Sono rimasta piacevolmente colpita anche dal sushi misto tradizionale, Sushi Zero 2,
buono e diverso da quelli che ho provato precedentemente: con aggiunta
caviale di tartufo e caviale di lime.
Novità per le mie papille gustative è stata la Chawan Mushi (letteralmente tazzina di tè al vapore): una preparazione calda a base di uovo e brodo, con una consistenza morbida e avvolgente con al centro la sorpresa di una castagna.
Per concludere, dopo lo scampo alla griglia marinato nel miso e nello yogurt, 
un sorbetto di frutta davvero squisito.





Alla fine della straordinaria cena, con le lacrime agli occhi e il sorriso sulle labbra, incrocio per un attimo lo sguardo dello chef prima di andar via... volevo portarlo a casa con me, ritrovarlo ogni mattina, nella mia cucina, con il suo sorriso gentile.... ma ahimè,
troppo impegnato per concedermi più di un mezzo sorriso e un cenno d’assenso.
Come se sapesse cosa è successo e non fossi la prima a cui capita.
Ah… la saggezza orientale!



Nel 2012 Zero Contemporary Food è aperto solo di sera, da lunedì a sabato.

E' possibile cenare in tre diversi momenti e con tre diverse modalità.
Dalle 18.30 alle 20.30 - Menù Early Dinner:
chi lascia il tavolo entro le 20.30 riceve uno sconto del 20% sul conto finale.
Dalle 20.30 alle 23.00 la cena classica.
Dalle 23.00 all' 01.00 (ingresso fino a mezzanotte) con il Menù Late Dinner:
più leggero sotto tutti i punti di vista e adatto per chi cena tardi.

Tutti i giorni è attivo il menù Take Away dalle 18.30 alle 23.00.

 
Corso Magenta 87
Milano
02.4547.4733

Cena: da lunedì a sabato con la possibilità di entrare nel ristorante fino alle 24:00.





2 commenti:

  1. Senza dubbio tra i migliori qualitativamente e uno dei miei preferiti.

    A Napoli è presente all'Hotel Romeo e mi vede come ospite fisso almeno una volta a settimana.

    Ne vale la pena!

    RispondiElimina
  2. Mmmmhhh gnam!!!
    Quante cose buone!
    Edamame <3 <3 <3

    RispondiElimina

Feel free to leave a message, Lala