5 marzo 2012

Dieta.


Oggi è lunedì.

Come ogni Santo lunedì arriva quella vocina dentro di noi che inizia a bisbigliare (e tu fai finta di non sentirla) ad alzare la voce (e pensi ci sia un'interferenza telefonica) finchè non inizia ad urlare, a strepitare, a gridare 
"Ora! Chiuditi la bocca! INIZIA!"

La verità è che i primi giorni è dura.
Forse è per questo che dura solo UN giorno, il lunedì.

Per le più forti, per quelle che quando dicono BASTA vuol dire sul serio BASTA e non:
 ultima eccezione, cosa vuoi che sia solo un biscottino...?
 i primi dieci giorni inizi a sentirti come quelle vegane macrobiotiche che alla vista di una bistecca scoppiano in lacrime. Si comincia a stare così bene che si leggono (e rileggono) le istruzioni di Time to detox anche per sapere che programma guardare in Tv. Il tuo corpo sta eliminando le tossine accumulate nel sangue dal pranzo di Natale del 1999 e finalmente inizia a stare bene. La pelle è evidentemente più luminosa e scopri di avere le energie per correre la maratona di New York. 
 

 I trucchi, tra quelli che ho provato e funzionano, sono:
- mangiare pensandosi in bikini
- attaccare foto di persone grassocce al frigorifero e a tutti i mobiletti che contengono cibo
Nota bene: non il contrario! Le modelle ci danno solo sui nervi e ci fanno pensare: 
"Non ce la farò mai, tanto vale mangiare!"
- e ultima, ma più importante: 
NON DIRE A NESSUNO CHE HAI INIZIATO UNA DIETA!
E' la cosa più sbagliata da fare.
Le tue amiche inizieranno a chiederti ogni giorno come sta andando, il tuo fidanzato ti inviterà a cena e inizierà a guardare, osservare e criticare ogni minima cosa che ingurgiterai, i tuoi genitori, zii e tutti i parenti nonni e bisnonni diranno che non ne hai bisogno, che sei bella così... e nel giro di pochi giorni PUFF,  ciao ciao dieta!


E poi comincia la discesa: dal terzo giorno gli amici smettono di chiamare, di invitarti agli aperitivi, alle cene, la bocca si abitua al gusto di riso in bianco e soia.

La prova del nove? Passare davanti a una pasticceria e imparare a girare automaticamente la testa.

Non si è mai abbastanza ricchi o abbastanza magri. E se non sei d’accordo significa che non sei mai stato veramente povero, o veramente grasso

(Stephen King, Il Talismano)
Ci sono alcune regole che hanno valore in qualsiasi dieta dimagrante, indipendentemente dal regime alimentare e dai chili che si vogliono perdere.
La prima regola è semplice: fatevi un’amica.
Negli Stati Uniti la chiamano diet buddy ed è una compagna di dieta.
Perché è utile l’amichetta di dieta?

1. Non potete tormentare il mondo intero con la vostra dieta, e soprattutto, NON potete dirlo a nessun altro.
2. Serve un supporter che faccia un po’ la parte della cheerleader alla partita di basket.
3. Non avrete il coraggio di deludere l’amichetta di dieta.  
4. L’amica di dieta non è solo tirannide. Una buona amichetta di dieta sa come darvi l’impressione che non vi libererete mai di lei, non prima di aver raggiunto il vostro scopo.
Gli americani hanno anche creato dei gruppi online per trovare l’amica di dieta gemella (ad esempio www.mydietbuddy.com o www.weightlossbuddy.com) dove si possono cercare amichetti di dieta virtuali con specifiche precise (età, kg di sovrappeso, eventuali spuntini notturni e vizi, esercizio fisico praticato etc.)






Il paradiso
è composto da quattro macro regioni:
KinderCerealiShire - IceCreamLand - CarbsWorld e FrittoCounty.

 E da oggi, noi, ci trasferiamo su un altro pianeta.
Salutiamo affettuosamente e con la lacrimuccia agli occhi tutti i cibi frittissimi, tutte le bibite super gassate, addio al sale, ai carboidrati e agli zuccheri.

Si inizia la Dieta.
La super dieta.
La signor Dieta.
Lala: Ciao Dieta! Benvenuta!
Dieta: Ciao Lala, anche a te!

Bene... e ora? 
C'è una vastità di diete assuuuuuvda!
Difficile anche decidere quale scegliere.
Come se la cosa fosse già facile.
Negli ultimi anni si è parlato tantissimo della Dukan.
Ed io, che non mi faccio mancare mai nulla, ho provato anche quella.
Poi c'è la dieta del fantino (salta la cena, et voilà, il gioco è fatto),
la dieta macrobiotica,
la dieta crudista,
la dieta vegetariana,
la dieta dell'ananas,
della pasta,
dell'acqua
e del digiuno.

Ho scelto la dieta tisaroneica

Ecco il riassunto di una giornata durante la prima fase tisanoreica (i primi 20 giorni su 40):


- Tisane varie nella giornata (depurano, sgonfiano, danno tono).

- Un pranzo e una cena ciascuno composto a scelta da carne (100 grammi) o pesce (300 grammi) oppure brasaola + verdure (insalata, zucchine, finocchi, sedano) senza limite di quantità. Potete condire con olio, spezie, salsa di soia, aceto di mele (meglio evitare quello di vino), limone.

- 4 preparati Tisanoreica al giorno (due in mattinata prima di pranzo e due nelle ore prima di cena)

Cosa è vietato nei pasti normali (pranzo e cena)?
Pane, pasta, riso, patate, legumi, carote, pomodori, frutta, mais, formaggi e tutti i prodotti con lattosio (anche lo yogurt e la panna da cucina), alcolici di ogni genere, succhi di frutta, bibite gassate (fa eccezione la Coca Zero, ma non esagerate)

Posso mangiare più di 4 preparati e saltare la cena?
No.

Ogni busta di preparato è uguale all’altra?
No, ad esempio la singola busta di fusilli vale come due preparati di bevanda al cacao o due zuppe di pollo al curry.


E che Dio ce la mandi buona.
 Grazie primavera anticipata.



3 commenti:

  1. è bello sapere che c'è qualcun'altra che come me comincia la Dieta oggi!
    Addio carbs è stato bello..!
    Buona Fortuna!

    RispondiElimina
  2. io sono sempre e comunque a dieta. un supplizio.

    il lunedì è il giorno perfetto per iniziare (e la domenica per "sfondarsi")

    RispondiElimina

Feel free to leave a message, Lala