27 gennaio 2014

Grammy 2014: the best of.


Rihanna vince un premio, ma non si presenta, Katy Perry, niente, nemmeno quest'anno riesce a portarne a casa uno, ma è lì seduta e fa anche performance, perché sempre meglio farsi vedere che la gente ti dimentica da un giorno all'altro, Madonna decide che ormai ha un'età ed è meglio solcare il red carpet con il bastone della vecchiaia, i Daft Punk hanno vinto tutto quello che si poteva vincere, anche il Festival di Sanremo 2014 e la statuetta degli Oscar. 
Ma... andiamo con calma, che qui ci si confonde, e iniziamo dal principio.
GRAMMY 2014.

Beyoncé e Jay Z hanno inaugurato la 56a edizione con Drunk in love: corpetto nero in pelle Saint Laurent e una sedia è tutto quello che è bastato per rendere la performance ad alto tasso erotico.




Lei, regina indiscussa della serata, ha lasciato tutti a bocca aperta, nonostante accanto abbia un uomo che ha più le somiglianze di uno scimpanzè che di un essere umano, è una coppia da far invidia, perché l'amore è cieco, ma c'è e si vede. 




Madonna, come dicevamo, ha deciso di presentarsi con un completo maschile Ralph Lauren, con figlioletto e bastone da azzoppata a carico. Ormai i bei tempi son finiti, Madonna ha fatto il suo, ed è ora di lasciar spazio ai giovani, ciao Madonna.






I super premiati Daft Punk e la faccia rosicona di Taylor Swift che non ha vinto nemmeno mezzo premio. Il duo, accompagnato dall’ormai inseparabile voce di Pharrell Williams, che si è fatto trovare con una felpa e un cappello da cowboy, ha messo in scena la hit «Get Lucky», facendo ballare tutto lo Staples Center, Yoko Ono compresa.



Non avrà vinto nessun Grammy, ma con il suo abito scintillante Gucci ha abbagliato tutti i fotografi e ha conquistato i critici di moda. Not to bad, not to bad, poteva andarti peggio Taylor. 


Poi c'è P!nk che si è esibita in rotanti acrobazie aeree, perché ai Grammy non ci si fa mancare nulla e, se il Cirque du Soleil non va ai Grammy è P!nk che si appende come un salamino acrobata. Ma noi apprezziamo, ci piacciono queste cose, un po' meno il vestito che ha indossato sul red carpet prima dell'esibizione che, poco si addice, all'aria da ragazzaccio a cui ci ha abituati. 



Parliamo di ZENDAYA
CHI?
Come non conoscete Zendaya? 
Beh, nemmeno io.
E mi sa un po' tutti, dato che su Wikipedia viene definita come 



  1. Zendaya Coleman, nota semplicemente come Zendaya, è un'attrice, cantante, ballerina e modella statunitense. Wikipedia

TUTTO.
Zendaya è modella, ballerina, cantante, attrice, chef, parcheggiatrice abusiva e cassiera part time all'Esselunga.
Alla tenera età di 17-18 anni. Età indefinita.

Vabbè, comunque, troppo spazio stiamo dando a questa fanciulla, volevo solo farvi vedere il vestito di Emanuel Ungaro che ha scelto per il red carpet che mi è piaciuto tanto.



Okay Zendaya, abbiamo fatto, grazie, ciao.
Tra i vestiti più belli, Ciara fasciata e con pancione in un brillante Emilio Pucci e Beyoncé  in un abito che alternava trasparenze a fiori bianchissimi a contrasto Michael Costello.






Paris Hilton che, nonostante gli anni passino, non ha ancora preso una posizione in questa vita, ma continua ad essere ovunque senza arte né parte, vestita in House of Milani. 



Katy Perry che voleva essere molto fatina Disney e si è presentata con un Valentino Haute Couture PE 2014 e una scala musicale. Non convince Perry, non convince.




Robin Thicke accompagnato dalla moglie Paula Patton, perché lei ha detto basta alle twerckate con Miley Cyrus, "Questa volta vengo io, usi me!" e per l'occasione ha anche indossato un vestito zebrato per non passare inosservata.


Poi matrimoni etero e gay in diretta, premi di consolazioni, lacrime, gente vestita male e tanto altro ancora, insomma, googlate GRAMMY 2014 perchè io tutto non posso dirvelo.


Aggiornamento delle 14.00 UN GRAZIE SENTITO E PARTICOLARE A TUTTI QUELLI CHE PER "COPYRIGHT" DECIDONO DI BLOCCARE I VIDEO, GRAZIE MILLE. 


(Credits: Getty Images)

1 commento:

Feel free to leave a message, Lala

ShareThis